Domande frequenti

Domande su impianti elettrici e fotovoltaici e consigli utili a Rovellasca

Richiedete un preventivo
Di seguito le più frequenti domande su impianti elettrici e fotovoltaici.
Che cos’è un impianto fotovoltaico?
Un impianto fotovoltaico è costituito da un insieme di apparecchiature che consentono di trasformare direttamente l'energia solare in energia elettrica.
Esso è composto da:
  •  Moduli o pannelli fotovoltaici;
  •  Inverter. Apparecchio che trasforma la corrente continua generata dai moduli in corrente alternata;
  • Quadri elettrici e cavi di collegamento.
Gli impianti fotovoltaici possono essere connessi alla rete elettrica di distribuzione o direttamente a utenze isolate, tipicamente per assicurare la disponibilità di energia elettrica in zone isolate.

Quali sono i vantaggi della tecnologia fotovoltaica?
Gli impianti per la produzione di energia elettrica mediante tecnologia fotovoltaica presentano diversi vantaggi, tra i quali i più significativi sono:
  • Assenza di qualsiasi tipo di emissioni inquinanti;
  • Risparmio dei combustibili fossili;
  • Estrema affidabilità poiché non esistono parti in movimento (vita utile superiore a 25 anni);
  • Costi di manutenzione ridotti al minimo;
  • Modularità del sistema (per aumentare la taglia basta aumentare il numero dei moduli);
Dal punto di vista economico, i dispositivi fotovoltaici possono rappresentare un investimento molto interessante, a patto che l’impianto venga installato in un edificio o appartamento in cui si prevede di risiedere un certo numero di anni, ovvero il tempo sufficiente per rientrare della spesa iniziale e per generare ricavi.

Dove può essere installato un impianto fotovoltaico?
I moduli fotovoltaici possono essere collocati sul tetto, sulla facciata dell’edificio o a terra. La fattibilità tecnica viene verificata 
dal progettista/installatore in sede di sopralluogo, sulla base dell'esistenza nel sito d'installazione della disponibilità dello spazio necessario per installare l’impianto, di una corretta esposizione e inclinazione della superficie dei moduli e dell’assenza di ostacoli in grado di creare ombreggiamento.
Gli impianti fotovoltaici si possono installare in montagna?  
Sì. I pannelli in silicio cristallino hanno un’ottima resa a temperature rigide. In caso di neve, il riscaldamento del pannello provocato dalla luce solare e un’opportuna inclinazione ne permettono lo scioglimento e lo scivolamento. Tempi di rientro e ammortamento del costo Il tempo di rientro dell'investimento dipende da due fattori: posizione geografica della struttura e orientamento dei pannelli. Nord - Centro - Sud hanno diverse incidenze dei raggi solari, a tutto vantaggio ovviamente del Meridione. Tilt e Azimut sono l'inclinazione in senso verticale e orizzontale dei pannelli. L’ideale è l’ orientamento verso sud con una inclinazione intorno ai 30° (anche se solitamente si posizionano complanari alla pendenza del tetto, ossia 18°-20° circa) Calcolando una posizione geografica in centro Italia di un impianto con potenza nominale 3 kwh, posizionato a Sud realizzato su tetto in modo complanare quindi con inclinazione 20°, l'impianto ha una produzione ANNUA DI 4000 KWH circa. 
Conto dell'Energia In Italia esiste un programma d'incentivazione della produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica: il decreto Ministeriale del 19-02-2007 ne ha definito i criteri. L’incentivo, che viene concesso a tutti gli impianti collegati alla rete, consiste nel pagamento di una tariffa per ogni kilowattora (kwh) di energia elettrica prodotta dall’impianto. La tariffa, riconosciuta per 20 anni viene pagata dal Gestore dei Servizi Elettrici (G.S.E.). La tariffa incentivante, insieme al risparmio sulla bolletta energetica dovuto al consumo dell’energia autoprodotta, consente di ammortizzare il costo della realizzazione di un impianto con un buon livello di efficienza, nel corso di 8/10 anni.

Vantaggi del fotovoltaico nel dettaglio

I vantaggi economici indotti dalla realizzazione di un impianto fotovoltaico, grazie alle politiche incentivanti, sono evidenti e facilmente stimabili. I vantaggi sociali forse non si possono toccare immediatamente con mano, ma basterà respirare un'aria ogni giorno più pulita e sentirsi parte attiva di un ambiente più vivibile, per avere la riprova di quanto una scelta innovativa e intelligente oggi, possa davvero contribuire al progresso del benessere. L'incentivo del gse è regolato 
da un contratto che ha durata di 20 anni. Una volta ammortizzato il costo iniziale (9 anni circa) per i successivi 11 anni avrete un guadagno. Ma questa non è la sola forma di guadagno: la vostra bolletta sarà azzerata, quindi significa che non spenderete più soldi ogni bimestre (eccetto i vari bolli e tasse) per la corrente elettrica. Esiste la possibilità di fare finanziare l'intero importo per la realizzazione dell'impianto da una banca che abbia sottoscritto l'accordo quadro con il gse. In questo caso, ciò che il GSE vi corrisponde, viene stornato direttamente alla banca, per ammortizzare il costo delle rate del finanziamento. Così facendo, con i tassi di oggi, vi ripagherete l'impianto in circa 15 anni, guadagnando poi per i successivi 5 anni. Nel frattempo non pagherete più la bolletta e non inquinerete. 

Per altre domande su impianti elettrici e fotovoltaici, telefonate al numero +39 340 1002882

Share by: